I culurgiones d'Ogliastra

M&L 002

Nuovo prodotto

Informazioni sul prodotto: I culurgiones, o agnolotti in italiano, sono un piatto tipico sardo molto apprezzato sia per la loro bontà e prelibatezza che per la loro forma, un piccolo sacchetto cucito a mano con le dita molto bello anche da vedersi.

Ingredienti della sfoglia: Farina di grano tenero e uova.
Ingredienti del ripieno: Patate, formaggio salato, formaggio e aromi naturali.

Maggiori dettagli

100 Articoli

21,00 €

Dettagli

Altre informazioni: Frutto di tradizioni secolari radicate ormai nel territorio, questo primo piatto della cucina sarda è un unicum, una eccellenza inimitabile, sia per la difficoltà a reperire le materie prime ma anche per la difficoltà a chiuderlo con le unghie: sono pochi gli artigiani che riescono ad ottenere infatti una cucitura perfetta dello stesso, molto importante è la sua buona riuscita perché altrimenti in fase di cottura, il culurgiones potrebbe aprirsi e perdere tutta la sua bontà.

Questa bontà tipica sarda, nata però in Ogliastra, è una specialità molto apprezzata, era il piatto delle feste, molto semplice da cucinare e da condire; chi lo preferisce in bianco sia con un po’ di olio o con una spolverata di formaggio grattugiato, altri lo preferiscono con sugo o ragù e sempre con abbondante formaggio, comunque sia ciò che lo rende speciale è il suo contenuto, il suo ripieno, un mix tra patate, formaggio salato e aromi naturali; la ricetta come è facile intuire varia da paese a paese, ma la tradizione secolare vuole che questo piatto, il culurgiones, fosse realizzato con su casu fiscidu (il formaggio salato per l’appunto) e l’aggiunta di aglio e amenta. Le patate erano rigorosamente locali, messe a bollire, spellate una volta cotte, e macinate con il passaverdure, a cui poi si aggiungevano tutti gli altri ingredienti, secondo i gusti e le preferenze delle massaie. La preparazione della sfoglia era certamente il lavoro meno delicato, mentre la realizzazione delle formine rotonde e la chiusura degli stessi con le unghie era riservato alla manualità di pochi.

Mettersi a produrre i culurgiones in casa era una festa a cui partecipava tutta la famiglia; oggi sono poche le famiglie che si dedicano con passione a queste produzioni e questo ha portato alla nascita di piccoli laboratori artigianali che, ereditate le tradizioni e le ricette locali, hanno permesso di tenere vivi i sapori e i saperi di un tempo; la qualità è rimasta eccellente grazie anche all’utilizzo prevalente di materie prime locali e ciò ha permesso, dopo decenni di battaglie burocratiche, di ottenere il marchio I.G.P., ossia l’indicazione geografica protetta, che ne blinda le origini e le materie prime dello stesso.

E’ un prodotto molto delicato, sia al tatto che alle temperature, soffre il caldo, e non avendo conservanti deve essere necessariamente consumato in tempi brevissimi, ma può essere anche conservato in freezer per un certo periodo di tempo. Per le spedizioni invece si è trovato il modo di condividere questa eccellenza con le migliaia di estimatori in Sardegna e fuori, in Italia in particolare. Viene utilizzata una confezione in cartone, tipo pizza e ogni singolo culurgiones viene accolto in un piccolo astuccio di carta, tipo quelli che si utilizzano per i bignè in pasticceria; questo permette che i culurgiones tra di loro non si tocchino e non si attacchino l’uno con l’altro durante la spedizione; viene solitamente data anche una piccola spolverata di semola all’esterno perché permette agli stessi culurgiones in caso di contatto tra di loro di non attaccarsi a vicenda.

Normalmente le consegne avvengono in 2/3 giorni, e vengono accompagnate da un kit fresco, costituito da una busta termica e da un ghiaccio gel speciale, che ne permette la conservabilità per tutta la durata del viaggio. Per tutto il periodo fresco dell’anno le consegne saranno garantite, ma si interromperanno al sopraggiungere dei primi caldi primaverili ed estivi, perché l’obiettivo è far si che ogni spedizione vada a buon fine e non venga pregiudicata dalle temperature esterne.

Scegliere un prodotto di qualità, significa infatti ricevere un prodotto artigianale nelle migliori condizioni possibili; scegliere un prodotto realizzato artigianalmente da piccoli laboratori significa volere rivivere i saperi e soprattutto i sapori di un tempo, che non potranno certo essere paragonabili a culurgiones prodotti da pastifici di grosse dimensioni che lavorano materie prime in quantità, spesso utilizzando fecola di patate e dove la manualità spesso viene sostituita dall’utilizzo di apparecchiature meccaniche che snaturano la vera identità del prodotto.

Fatevi conquistare da un nuovo modo di vivere e di mangiare, fatto di tradizioni, cultura e rigorosa selezione delle materie prime; La Cambusa dei Sapori ha come unico obiettivo quello di fare rivivere le tradizioni che spesso questa società vorrebbe farci dimenticare, i sapori che hanno contraddistinto la nostra storia e il nostro modo di essere fedelmente radicati a questo territorio di Sardegna, un territorio che tutti ci invidiano e che tutti apprezzano per il saper vivere anche a tavola, mangiando e bevendo bene, secondo le tradizioni che ci hanno contraddistinto nei secoli.


© “La Cambusa dei Sapori” è un logo e un marchio depositato e registrato presso l’U.I.B.M.
Ogni riproduzione è riservata e vietata

Recensioni

Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.

Scrivi una recensione

I culurgiones d'Ogliastra

I culurgiones d'Ogliastra

Informazioni sul prodotto: I culurgiones, o agnolotti in italiano, sono un piatto tipico sardo molto apprezzato sia per la loro bontà e prelibatezza che per la loro forma, un piccolo sacchetto cucito a mano con le dita molto bello anche da vedersi.

Ingredienti della sfoglia: Farina di grano tenero e uova.
Ingredienti del ripieno: Patate, formaggio salato, formaggio e aromi naturali.

Accessori